Le nuove regole del golf

Novità nel mondo del golf internazionale. Come tutti sapranno, da gennaio 2019 sono state introdotte e modificate alcune regole che riguardano gli aspetti basilari del gioco del golf. Molti golfisti hanno senz’altro acquisito dimestichezza con le nuove regole, a noi il compito di evidenziare alcuni aspetti

Partiamo dalla terminologia di gioco. Alcuni importanti termini sono cambiati, come ad esempio Ostacolo d’acqua che è diventato Area di Penalità; il termine Percorso è diventato Area Generale e la Linea del put ora si chiama Linea di gioco. Il campo di gioco è composto da 5 aree che sono l’area generale, l’area di partenza da dove il giocatore deve colpire la sua palla nell’iniziare la buca che sta giocando, il bunker, le aree di penalità e il putting green della buca che il giocatore sta giocando

Si potranno rimuovere impedimenti sciolti e fare le prove. Per lo stance e allineamento, appena il giocatore si avvia a prendere lo stance, il caddy o partner deve spostarsi dalla linea. Non è più consentito poggiare bastoni o stecche per allinearsi. Nessuna penalità in caso di palla colpita due volte per uno swing errato, se non ritenuto intenzionale. Con le nuove norme l’area di penalità sarà considerata tale per ogni specchio d’acqua come mare, laghi, fiumi, corsi d’acqua e qualsiasi altra parte di campo che il comitato di gara definisce come tale.

Fino al 2018 la regola prevedeva di prendere la pallina da golf con la mano, da una posizione in piedi e la si portava all’altezza della spalla fino a lasciarla cadere con il braccio teso. Ora invece la posizione da assumere è quella di chinare il corpo all’altezza del ginocchio per far cadere la palla dritta, senza subire influenze di alcun tipo rispetto ad una posizione più alta.

L’area di droppaggio potrà essere stabilita usando il bastone più lungo dei 14 che il giocatore ha in sacca, ad eccezione del putter. Non è più previsto il re-drop se la palla colpisce il giocatore o l’equipaggiamento dopo aver colpito il terreno. Ricordarsi sempre che, se viene usato un bastone più corto per definire l’area del drop, l’area giusta è comunque quella ipotetica più lunga anche se non presa con il bastone di riferimento. Quando viene effettuato il drop indietro sulla linea lo stesso non sarà più solo sulla linea, ma si avrà a disposizione un bastone a destra e sinistra.

Quando i giocatori sono in green possono scegliere di rimuovere l’asta della bandiera come sempre, oppure lasciarla. Nessuna penalità se la pallina colpisce l’asta stessa. Sul green si potranno riparare quasi tutti i danni da scarpe, chiodi, animali senza penalità. Si potrà inoltre calpestare la linea del putt ed anche toccarla senza penalità. In merito alle regole della palla mossa, da quest’anno nessuna penalità nel caso in cui la palla sul green venga mossa accidentalmente o durante la sua ricerca. Penalità in caso di provata intenzionalità del giocatore nello spostarla.

Per la regola della palla in ostacolo, dal 2019 si potrà giocare la palla come si trova nell’area di penalità come se si trovasse in una qualsiasi altra area di gioco, senza penalità. Rimangono però limitazioni sul toccare la sabbia nel bunker, in alcuni casi con penalità

Un impedimento sciolto potrà essere rimosso in ogni zona del campo, comprese le aree di penalità come il bunker e l’ostacolo d’acqua, usando qualsiasi parte del proprio corpo o con un attrezzo.

Per accelerare il gioco lento i giocatori verranno incoraggiati a impiegare 40 secondi per eseguire il colpo, come già sperimentato tra i professionisti. Nelle gare a colpi si incoraggia il concetto di ready golf, ovvero tira chi è pronto, non più quello che ha fatto il punteggio migliore nella buca precedente.

Buon divertimento in campo!

Maria Grazia Azzaroni

Tags:
,