Imparare lo swing di base

Lo swing di base del golf è così semplice che può essere eseguito persino da un bambino. Purtroppo però la maggior parte degli adulti non ci riesce!

La difficoltà del golf non sta nello swing di per sé, ma, tra le altre cose, nel colpo e nella precisione necessaria per impattare correttamente la palla. Anche la direzione va controllata attentamente, così come l’emotività che può giocare brutti scherzi a tutti i livelli di gioco. Ma concentriamoci sul movimento, come suggerisce Vivien Saunders nel suo libro Lezioni di Golf. Ex campionessa di golf e scrittrice di successo, vinse il British Open Femminile nel 1977. “Il problema per il principiante sta nel fatto che sia la palla sia la testa del bastone sono piccole, la palla poi è a terra! In altri sport è molto più semplice colpire la palla; nel tennis e nell’hockey ad esempio, gli attrezzi per colpire sono più grandi così risulta più facile e poi si usa lo stesso attrezzo per tutta la durata del gioco. Nel golf invece, ci si dovrà abituare a usare bastoni diversi e sentirsi subito a proprio agio con ognuno di essi perché non c’è tanto tempo per riflettere.

Nell’address semplice con ferro medio la postura è eretta, ma rilassata e le braccia e il torso formano una Y. La palla è in posizione centrale e il giocatore tiene lo sguardo sulla parte posteriore della palla. La mano destra è in basso, così come la spalla destra è più bassa della sinistra. Il corpo gira dando le spalle al bersaglio, le braccia si alzano finché il bastone non poggia sul pollice sinistro e la spalla sinistra non copre il mento. Il piede sinistro si piega, sollevando leggermente il tallone dal suolo, mentre parte del peso rimane ancora sull’avampiede. Il peso del corpo è diviso, all’incirca, per il 60% sul destro e per il 40% sul sinistro. Poi il corpo si gira verso il bersaglio, il bastone scende velocemente e poi sale, colpendo la palla. Il tallone sinistro è di nuovo poggiato saldamente sul terreno, gli occhi sono sulla palla all’impatto e per una frazione di secondo  guardano il punto in cui si trovava. Quando si finisce lo swing si è rivolti verso il bersaglio, col bastone che poggia sulla spalla sinistra. Tutto il corpo, dalle ginocchia ai fianchi, dai gomiti agli occhi, è sul bersaglio. Le ginocchia quasi si toccano e il piede destro ruota sulla punta”.

Nell’attesa, si possono fare esercizi di stretching e allungamento anche a casa oppure in palestra per abituare il corpo ai movimenti del golf. Lo swing semplice consiste nel ruotare il corpo prima a destra poi a sinistra, unendo il movimento con quello delle braccia, dall’alto al basso e di nuovo verso l’alto. Il peso si sposta con la torsione del corpo. Aggiungete le braccia, prima con i palmi delle mani separati poi uniti, piegando il braccio destro quando le sollevate a destra, e il braccio sinistro dalla parte opposta. Se siete sprovvisti del bastone da golf, potete provare con un bastone qualsiasi e sentirete che lo swing prende forma. Sembra facile! Vi aspettiamo al Pevero Golf Club per inaugurare questo nuovo anno con la fortuna del principiante.

Maria Grazia Azzaroni